buono

SpeakerListen:
 /ˈbwɔno/

Forme flesse di 'buono' (n): pl: buoni
Forme flesse di 'buono' (adj): f: buona, mpl: buoni, fpl: buone

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
buono1 ‹buò·no› agg. (troncato in buon davanti a voc. e davanti a cons. seguita da voc. o da l o r; comp. migliore, superl. ottimo; nell’uso com. anche, rispettivamente, più buono, buonissimo)
  1. Che possiede umanità, sensibilità d’animo, capacità di affetti:
    un uomo b.
    un’anima b. Irradiante serenità, forza persuasiva di esempio, comprensione per le debolezze altrui:
    parole b. Inoffensivo:
    è un buon uomo; è sempre stato un buon ragazzo Troppo comprensivo o indulgente:
    non si può essere così buoni.
  2. genrc. Esprime riconoscimento o apprezzamento:
    una b. azione
    una b. memoria
    questa minestra è b. Valido:
    questo biglietto di banca non è più b. Autentico:
    oro b. Abbondante:
    una b. dose di fortuna Cortese:
    le b. maniere Alla b., in maniera appena sufficiente B. famiglia, di grado sociale elevato Un b. affare, conveniente Il momento b., opportuno Stare b., stare calmo O con le b. o con le cattive, con la persuasione o con la costrizione Tenere b. qcn., non indispettirlo Di b. occhio, con simpatia Mettere una parola b., intervenire favorevolmente In b. mani, in mani sicure.
  3. s.m. Ciò che ha doti positive:
    c’è del b. in quel libro Volerci del bello e del b., molta fatica.
  4. Come s.m. (f. -a), persona sensibile nei rapporti col prossimo.

buono2 ‹buò·no› s.m.
  1. (BUROCR). Documento che viene rilasciato come equivalente di una determinata somma e che dà diritto a ricevere un corrispondente servizio o quantitativo di merce:
    b. pasto.
  2. (ECON). Titolo d’obbligazione:
    b. del Tesoro.
  3. genrc. Ricevuta, ordine:
    b. di cassa
    b. di consegna.

'buono' also found in these entries:

Download free Android and iPhone apps

Android AppiPhone App
Segnala una pubblicità inappropriata.