piede

 /ˈpjɛde/

Forme flesse di 'piede' (n): pl: piedi

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
piede ‹piè·de› s.m.
  1. (ANAT). L’ultimo segmento dell’arto inferiore dell’uomo, di mobilità assai ridotta rispetto all’analogo segmento dell’arto superiore (la mano), part. adatto, per la struttura della pianta e la robustezza del calcagno e dell’alluce, come organo di sostegno nella deambulazione e nella stazione eretta:
    il collo, la pianta, le dita del p.
    slogarsi, rompersi un p. P. piatto, deformità del piede caratterizzata dall’appiattimento della volta plantare In piedi, in posizione eretta:
    non si regge in piedi
    colazione, cena in piedi, che non si consuma al tavolo (fig.:
    un discorso che non sta in piedi, che non regge dal punto di vista logico) Andare a piedi, camminare Ai p. di, nella parte inferiore:
    giungemmo ai p. del monte Metter p. in un luogo, andarci, recarvisi:
    non ho mai messo piede in casa tua A p. (o a piè) fermo, senza arretrare:
    attendere il nemico a p. fermo Da capo a piedi, interamente, completamente:
    sono bagnato da capo a p. Essere sul p. di guerra, pronto a scontrarsi Partire col p. giusto, iniziare bene Puntare i p., ostinarsi in una pretesa Mettere (o tenere) i p. sul collo a qcn., imporgli duramente la propria volontà Mettersi qcn. sotto i p., sottometterlo fino all’umiliazione Pestare i p. a qcn., vedi pestare Levarsi dai p., allontanarsi, andarsene:
    levati immediatamente dai p.! A p. libero, di imputato che rimane in libertà fino allo svolgimento del processo:
    lasciare a p. libero Tenere i p. in due staffe, avere un atteggiamento volutamente ambiguo, per comodità o interesse Mettersi (o venire, stare) tra i p. di qcn., ostacolarlo, fare da ingombro Stare con i p. per terra, non montarsi la testa, non lasciarsi prendere dall’ambizione o da fantasie irrealizzabili Andare con i p. di piombo, procedere con estrema cautela in un’azione, in un’attività o in un ragionamento Mettere (o tenere) in piedi, fondare, organizzare, reggere un’attività:
    ha messo in p. uno spettacolo strepitoso
    è riuscito a tenere in p. l’azienda Cadere in piedi, sopportare con dignità un grave insuccesso Sentirsi mancare la terra sotto i p., percepire un pericolo o un danno imminente, avere una sensazione di profondo disagio momentaneo Su due p., da un momento all’altro, di punto in bianco:
    fu licenziato su due p.
    così su due p. non posso darti una risposta Fare con i p., compiere un’attività con molta trascuratezza e imprecisione.
  2. (ZOOL). La parte dell’arto anteriore dei quadrupedi che anatomicamente corrisponde alla mano dell’uomo:
    i p. davanti, di dietro di un cavallo, di un cane Nei molluschi, porzione del tronco, di forma variabile, che ha funzione locomotoria.
  3. anal. Struttura che serve di sostegno o di base:
    i p. del mobile Prendere p., di usanza o moda che si viene affermando.
  4. (BOT). La base di un organo (part. del fusto).
  5. (METROL). Unità di misura di lunghezza dei paesi anglosassoni, equivalente a 0,3048 m; scaduta dal 30 settembre 1995.
  6. Termine dell’antica metrica classica quantitativa, usato dai moderni per indicare il minimo elemento metrico.

'piede' also found in these entries:

Download free Android and iPhone apps

Android AppiPhone App
Segnala una pubblicità inappropriata.