traduci


Dal verbo tradurre: (coniugare)
traduci è:
2° persona singolare dell'indicativo presente
2° persona singolare dell'imperativo presente

WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
tradurre ‹tra·dùr·re› v.tr. (ind. pres. tradùco, tradùci, ecc.; imperf. traducévo, ecc.; pass. rem. tradùssi, traducésti, ecc.; fut. tradurrò, ecc.; cong. pres. tradùca, ..., traduciàmo, traduciàte, tradùcano; imperf. traducéssi, ecc.; cond. tradurrèi, ecc.; imp. tradùci, traducéte; p.pres. traducènte; p.pass. tradótto; gerundio traducèndo)
  1. Trasferire, volgere un testo, un’espressione o una parola in una lingua diversa dall’originale:
    t. in italiano delle poesie tedesche
    t. un passaggio dal greco al latino T. all’impronta, senza usare il vocabolario T. a senso, con una certa libertà rispetto al testo originale.
  2. estens. Svolgere in maniera diversa un dato concetto, formulare nuovamente:
    t. un pensiero in parole chiare Esprimere in una certa modalità espressiva, riferito a un sentimento, a uno stato d’animo ecc.:
    è difficile t. le emozioni in parole T. in pratica, in atto qcs., attuarla T. in cifre, esplicitare gli aspetti quantitativi, spec. economici, di qcs.
  3. (BUROCR). Trasferire una persona da un luogo a un altro:
    t. un arrestato in carcere.
  4. tradursi v.intr. pron. ~ Esprimersi, manifestarsi in un dato modo:
    il malcontento si tradusse in rivolta.

'traduci' also found in these entries:

Discussioni del forum nel cui titolo è presente la parola 'traduci':

Download free Android and iPhone apps

Android AppiPhone App
Segnala una pubblicità inappropriata.