WordReference.com - Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:
volere1 ‹vo·lé·re› v.tr. (ind. pres. vòglio, vuòi, vuòle, vogliàmo, voléte, vògliono; pass. rem. vòlli, volésti, vòlle, volémmo, voléste, vòllero; fut. vorrò, vorrài, ecc.; cong. pres. vòglia, ecc.; cond. vorrèi, vorrésti, ecc.; imp. vògli, vogliàte; p.pres. volènte; p.pass. volùto; gerundio volèndo; imp. vògli)
  1. Porsi come obiettivo il raggiungimento di una meta, il conseguimento di qcs. o il compimento di un’azione: voleva soltanto un lavoro voglio diventare architetto
    Essere intenzionato a fare qcs.; ripromettersi: volevo telefonarti, ma ho perso il tuo numero
    In frasi di cortesia, concedere di fare qcs., averne la compiacenza (spec. al cong. o al cond.): i signori vogliano accomodarsi, prego
    Non volendo, senza v., senza intenzione, innavvertitamente: non volendo, ho preso il tuo ombrello anziché il mio.
  2. Essere desideroso di fare qcs., averne voglia (con l’inf.): vorrei tanto partecipare a quella festa vorrei parlare con il direttore
    Desiderare: per Natale voglio una bicicletta vuole un bicchiere di vino, signore?
    Volendo, se lo si desidera: volendo, si può anche pagare a rate
    V. bene, male a qcn., provare affetto, odio nei suoi confronti (anche come rifl. recipr.: quei due si vogliono bene).
  3. assol. Avere una forza di volontà ferma, decisa, risoluta: v. è potere.
  4. In frasi negative, accettare: non voglio il tuo aiuto non voglio più incontrarla
    Ammettere, tollerare, sopportare: il governo non vuole ingerenze esterne.
  5. In frasi negative, resistere a fare qcs.: questa ferita non vuole guarire.
  6. Essere sul punto di fare qcs.: sembra che voglia nevicare.
  7. Pretendere, esigere: voglio la relazione sulla mia scrivania entro un’ora
    Disporre: volle che alla sua morte la biblioteca passasse al Comune.
  8. Stabilire, ordinare: non è possibile che Dio voglia la guerra l’educazione vuole che ci si alzi in piedi quando entra un ospite
    Concedere, acconsentire: mia madre non vuole che esca di notte
    Se Dio vuole, esprime sollievo per il compiersi di un’azione lungamente attesa: se Dio vuole, siamo arrivati.
  9. Avere bisogno di qcs., richiedere: piante che vogliono molta luce
    Chiedere come compenso o prezzo: quanto vuole per quel computer?
  10. Mandare a chiamare, cercare qcn.: ti vogliono al telefono il capo ti vuole nel suo ufficio; se mi vuoi, sono nello studio a leggere.
  11. Credere, ritenere, reputare: alcuni vogliono che Omero non sia mai esistito.
  12. Narrare, tramandare: la leggenda vuole che il castello sia popolato di fantasmi.
  13. Con valore fraseologico, conferisce enfasi all’espressione: non vorrai credere a quest’impostore?!
    Vuoi, volete vedere, introduce un’ipotesi improbabile che potrebbe invece risultare plausibile: vuoi vedere che l’autista ha sbagliato strada?!
    V. dire, avere l’intenzione di dire, intendere: vuoi dire che secondo te abbiamo esagerato? significare: ‘perro’ in spagnolo vuol dire ‘cane’ il suono della campanella vuol dire che la lezione è finita avere una certa importanza, contare, valere: le tue parole vogliono dire molto per me
    Vuol dire, vorrà dire, implica come conseguenza: il negozio apre alle cinque? Vuol (o vorrà) dire che tornerò più tardi.
  14. Nella forma volerne, provare risentimento, serbare rancore: spero che tu non gliene voglia
    Come tr. pron., nella forma volerselo, volersela, solo con uso dei tempi passati, subire qcs. come ovvia conseguenza del proprio comportamento: questo schiaffo te lo sei proprio voluto.
  15. Come intr. (aus. essere), nella forma volerci, essere necessario, occorrere: quanto tempo ti ci vuole per arrivare a casa a piedi?
    Essere adeguato, appropriato: questa è la moto che ci vuole per me
    Nella forma volercene, essere necessario molto tempo e molto sforzo: ce n’è voluto di tempo per leggere quel romanzo! ce n’è voluto a smontarla, questa macchina.
  16. Come congiunz. correlativa: vuoi... vuoi..., sia... sia... (vuoi per il caldo, vuoi per la stanchezza, non siamo riusciti a proseguire).

volere2 ‹vo·lé·re› s.m.
    ~ La tensione a realizzare un desiderio o un proposito, volontà: il suo v. è legge per noi avere capacità di intendere e v., essere responsabile; frequente il pl.: rassegnarsi ai v. di Dio
    Di buon v., con impegno, volentieri
    Con tutto il buon v., con tutta la buona volontà possibile.

Pubblicità

Word of the day: above | bare

Pubblicità

Segnala una pubblicità inappropriata.
Become a WordReference Supporter to view the site ad-free.